7 settembre 2012 - 16 settembre 2012
parco michelotti

FIUMANA 2012

Sto caricando la mappa ....

10 giorni per aprire il confronto, pensare il domani, sparigliare le carte.

Fiumana è uno spaccato di mondo operaio, studentesco, precario.
E’ un focolare di attivismo sociale e politico che ha preso l’abitudine, a settembre, di portarsi sul fiume a discutere di futuro, del lavoro che c’è e di quello che non c’è, di quello che potrebbe essere (ed esserci) se cambiasse la logica che lo vuole una merce in mezzo a tante altre, al servizio di un’idea di sviluppo dal fiato sempre più corto.
Fiumana torna questo anno sulle rive del Po con un obiettivo ambizioso: sparigliare le carte.

La guerra degli “spread” e il montismo che né è conseguito hanno paralizzato il dibattito politico in Italia.
E di fronte a una politica bloccata, tocca a noi riaprire questo dibattito.
Non per velleità di protagonismo fini a sé stesse o per proporre alchimie politiciste, ma perché l’assenza della (buona) politica si ripercuote direttamente sulle nostre vite. Per questo intendiamo incalzarla, costringerla a rivelarci cosa pensa.

Vogliamo parlare di lavoro, di reddito per i precari, di investimenti nel settore della conoscenza come chiave per rilanciare il nostro paese. Vogliamo indagare la possibilità di cambiare completamente il paradigma su cui si fondano le strategie di politica economica in Italia e in Europa.
E vogliamo capirci qualcosa, di questa Europa: come mai è diventata così diversa da come la si era immaginata tanto tempo fa? Perché è diventata, insieme ai “mercati”, la scusa per imporre provvedimenti draconiani che non fanno altro che aggravare le condizioni del malato?

Per questi e tanti altri motivi torneremo nel parco che fu teatro dei primi comizi sindacali a Torino, in uno dei luoghi che diede in natali al movimento dei lavoratori italiano.
Per ripartire, per declinare al futuro diritti che oggi vengono messi in discussione a chi li ha, e negati agli altri: dalla nostra pratica quotidiana viene con forza una domanda di rappresentanza anche politica che oggi non trova ascolto. A questa situazione non vogliamo rassegnarci, e Fiumana vuol essere un’occasione di confronto a 360 gradi con tutti coloro che come noi non ci stanno e vogliono cambiare.

Potrebbe interessarti anche:

Nessun evento presente